Magalli condannato per diffamazione nei confronti della Volpe. Adriana lo sbugiarda e svela quanto dovrà pagare

Giancarlo Magalli è stato condannato per diffamazione nei confronti di Adriana Volpe. Il popolare conduttore ha riportato sui social la multa comminata ai suoi danni dal giudice in seguito alla querela presentata dall'opinionista della sesta edizione del GF Vip nei suoi confronti, per una intervista rilasciata tempo fa al settimanale Chi. Nel post in questione ha tirato una frecciatina anche ad Alfonso Signorini, sottolineando il rapporto di lavoro con Adriana Volpe: "Per inciso nella causa eravamo imputati io, il giornalista che mi aveva fatto l'intervista e il direttore responsabile del giornale che l'aveva pubblicata. Per lui la querela è stata ritirata. Parliamo di Alfonso Signorini che casualmente è quello con cui da allora Adriana lavora".

Adriana Volpe ha risposto a Magalli sostenendo che i soldi del risarcimento andranno ad una associazione che tutela le donne vittime di violenza. Poi la conduttrice ha proseguito svelando che Magalli è scappato dal tribunale: "Invece di chiedermi scusa dopo il reato di diffamazione aggravata, sei corso fuori a scrivere un post su Fb tentando di distorcere e sminuire questa sentenza che invece ha una portata e peso straordinario".

Adriana Volpe svela quanto pagherà Magalli condannato per diffamazione aggravata

Adriana Volpe, dopo aver sbugiardato Giancarlo Magalli, ha svelato quanto gli costerà questa condanna per diffamazione aggravata nei suoi confronti. Il risarcimento è pari a 25mila euro, ricordando che si tratta di una provvisionale che va pagata perché è immediatamente esecutiva. Oltre a questo, l’ex conduttore de I Fatti Vostri dovrà pagare anche le spese legali e liquidare ad Adriana Volpe ulteriori danni che verranno quantificati dal giudice civile.

La battaglia in tribunale tra Magalli e Adriana Volpe non è finita qui. Continuerà ad aprile 2022 per le dichiarazioni del conduttore durante la conduzione de I Fatti Vostri del 2017. Ascoltati come testimoni saranno Marcello Cirillo e il regista Michele Guardì.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219038-53-.png