Quali sono le buone abitudini per la salute del nostro cuore.

La salute del nostro cuore molto dipende da quanto riusciamo a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare. Per questo è fondamentale seguire una corretta alimentazione, inserendo nel nostro regime alimentare, cibi a basso contenuto calorico e di sale, scegliere cotture semplici e naturali, ed ovviamente avere uno stile di vita adeguato, preferibilmente senza fumo e dedicandosi ad attività fisica moderata, anche dopo un evento cardiaco. Questi i principali consigli degli esperti per pervenire le malattie cardiovascolari.

L’alimentazione aiuta ad avere un cuore sano

Tutti gli alimenti si caratterizzano per una combinazione di nutrienti, vitamine e minerali che influenzano il benessere di tutto l’organismo. Pertanto avere abitudini alimentari sane, aiuta a proteggere e controllare alcuni fattori di rischio delle più comuni patologie cardiovascolari come colesterolo alto e la pressione arteriosa alta. Ci sono infatti molti fattori che possono determinare patologie cardiache (ischemie, infarti, ictus) come il sovrappeso, il diabete, il fumo, la sedentarietà.

Ecco perché una sana ed equilibrata alimentazione aiuta il cuore a stare bene.

Vediamo quali cibi contribuiscono ad avere un cuore sano.

Frutta fresca, verdure e ortaggi: ideale una porzione a pranzo ed una cena senza limiti di quantità. Vanno bene spinaci, radicchio rosso, funghi, zucchine, rucola, finocchi. Per quanto riguarda la frutta meglio sarebbe mangiarla fuori dai pasti, magari meglio come spuntini, e preferendo kiwi, mandarini, albicocche, ciliegie, mele, ananas, riducendo i frutti troppo zuccherini come uva e fichi, soprattutto per chi è in sovrappeso o soffre di diabete

.• Pesce: almeno due volte a settimana è bene consumare pesce, preferibilmente azzurro come salmone, alici, sarde, sgombro, ricchi di acidi grassi polinsaturi Omega-3, che fanno molto bene al cuore. Il pesce ha una ridottissima presenza di grassi saturi e la quantità di colesterolo è molto bassa. Non vale lo stesso per i frutti di mare, scampi, gamberi e aragosta, che invece ne sono ricchi, pertanto vanno mangiati sporadicamente.

Legumi: avena, fagioli, ceci, piselli, lenticchie sono consigliabili nel menù anche 2-3 volte la settimana. I legumi infatti contribuiscono a ridurre il colesterolo e a tenere sotto controllo sia la pressione sanguigna sia i trigliceridi nel sangue.

• Carni: si devono scegliere carni magre, come pollo e tacchino, vitello, coniglio ed agnello, limitando il consumo di carni grasse.

Cereali integrali: pane, pasta, riso ma anche patate e polenta sono alimenti ricchi di amido, pertanto vanno bilanciati nei diversi pasti. E’ preferibile scegliere gli integrali, poiché sono ricchi di fibre che contribuiscono a ridurre l’assorbimento di grassi e aumentano il senso di sazietà.

Gli alimenti da ridurre:

Salumi e insaccati: sono alimenti ricchi di grassi saturi e colesterolo e contengono anche molto sale. E’ possibile qualche volta consumare salumi magri come prosciutto crudo e bresaola.

Latte e derivati: meglio consumare il latte parzialmente scremato o scremato per una dieta povera di colesterolo. Limitare anche i formaggi, ricchi di grassi saturi e sale.

Uova: è preferibile mangiare non più di 2 uova la settimana perché ricche di colesterolo.

• Oli e grassi: utilizzare per il condimento dei cibi oli vegetali, in particolare l'olio di oliva che contiene l'acido oleico, un grasso monoinsaturo che ha effetti protettivi sulle malattie cardiovascolari. Meglio limitare i grassi animali come il burro e strutto, salse e condimenti ad alto contenuto di grassi.

Sale: evitare di aggiungere sale da cucina alle pietanze.

• Dolci: sono alimenti ricchi di zuccheri semplici e di grassi ad elevato apporto calorico, pertanto è preferibile consumarli occasionalmente e a piccole porzioni.

Bevande: limitare il consumo di bevande gassate e zuccherate, ma anche alcolici e superalcolici.

Naturalmente ricordiamo che sarà sempre uno specialista, qualora ci siano patologie serie ad indicare un piano alimentare corretto da seguire.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg