La conduttrice Antonella Clerici ha perso ben 5 kg in un mese, con la dieta Flachi, ecco di cosa si tratta.

Volto amato della tv, Antonella Clerici, non ha mai negato di amare il buon cibo, ed ha sempre vantato curve rotonde che l’hanno resa molto più vicina al suo pubblico, vedendo probabilmente in lei una rappresentazione della “normalità”, lontana dall’immagine di magrezza, tipica delle donne in passerella. Tuttavia quest’anno, prima di ricominciare la stagione televisiva la Clerici ha deciso di seguire una dieta per tornare in forma, avendo preso qualche chilo per via dell’arrivo della menopausa come da lei stessa dichiarato. La dieta seguita è la cosiddetta “Pentadieta” o “Dieta Flachi”, che prende il nome della sua ideatrice, specialista in scienze dell’alimentazione, Evelina Flachi. La Flachi grazie alla collaborazione con Antonella Clerici, è spesso ospite in programmi televisivi e con lei ha anche scritto un libro contenente ricette Light.

Proprio la Flachi quindi ha dato alla Clerici tutte le indicazioni necessarie per cambiare le sue abitudini alimentari, riducendo non solo le quantità ma anche ricorrendo all’attività fisica come supporto alla dieta. La stessa Clerici ha dichiarato come: “I risultati più soddisfacenti, però, li ho raggiunti aggiungendo alla dieta l’allenamento aerobico. Mi sono resa conto che la corsa o la passeggiata veloce sono le attività che più si sposano con la mia fisicità, che per snellirsi ha necessità di movimento costante. Per tale motivo mi impegno nel trovare un’ora, almeno tre volte alla settimana, da dedicare allo sport”.

La formula del “cinque”: 5-1-5-1-5

Antonella Clerici per perdere 5 chili in circa un mese non ha seguito una vera e propria dieta ma un regime alimentare che si caratterizza per la formula del “cinque”, da cui giustappunto prende il nome di pentadieta seguendo la formula: 5-1-5-1-5.

Semplificando la formula, possiamo rimandare il regime alimentare ai 5 pasti previsti durante la giornata: colazione, pranzo, cena e due spuntini. Secondo tale formula ogni pasto deve contenere 5 nutrienti, ovvero carboidrati, proteine, grassi vegetali, fibra, minerali e antiossidanti , mentre gli spuntini un unico nutriente dominante, ovvero proteine o zuccheri, frutta di stagione per un massimo di 150 grammi, centrifughe di frutta e verdura, uno yogurt bianco magro o un pezzettino di grana padano.

La formula prevede che anche la settimana sia divisa in giorni di così detta “dieta leggera”, sono precisamente 5 giorni, lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato e 2 giorni di “spezza dieta”, il mercoledì e la domenica. La regola vuole che in queste due giornate si possa violare la dieta solo per un pasto, scegliendo un piatto unico, o a pranzo o a cena. Durante la giornata, inoltre, è necessario bere dagli 8 ai 10 bicchieri di acqua e prima di ogni pasto si deve bere un bicchiere di acqua tiepida con il limone.

C’è poi una regola fondamentale: non associare mai, nello stesso pasto, più di un carboidrato. Per cui se si mangia la pasta è da evitare pane, pizza, patate e polenta.

Secondo la professoressa Flachi questo regime alimentare consentirebbe di soddisfare 5 tipi di benessere: emotivo, fisico, sociale, intellettuale e spirituale.

Schema di una giornata “tipo” di dieta di Antonella Clerici:

Per colazione: 1 bicchiere d’acqua, un bicchiere di latte scremato o tè verde, un caffè senza zucchero, due fette di pane integrale o fette biscottate integrali, due cucchiaini di miele o marmellata.

Come primo spuntino un frutto di stagione o un quadratino di cioccolato fondente amaro.

Per pranzo: un piatto di spaghetti al pomodoro e basilico, oppure all’origano oppure due patate lesse, bistecca di vitello oppure arrosto di tacchino o due uova sode, contorno di verdure, frutta di stagione.

Come secondo spuntino per la merenda: uno yogurt magro o grana (10gr) Per cena: riso condito con verdure (pomodoro o piselli o zucchini), nasello bollito, oppure seppioline al pomodoro oppure sogliola al vapore, o prosciutto, contorno di verdure, frutta di stagione.

Per i condimenti, utilizzare solo olio extra vergine, aromi e spezie, limone e aceto.

Così come la Clerici si è rivolta ad una professionista, il consiglio è sempre quello di non improvvisarsi in diete fai te e aiutarsi con attività fisica.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg