Avocado il frutto tropicale dalle tante proprietà benefiche

L’avocado è un frutto dell’omonimo albero della famiglia Lauracee originario del Messico e del centro America. Le due principali varietà sono la Fuerte e la Hass. La Fuerte quando è maturo, mantiene la buccia verde, mentre la Hass, varietà più pregiata e dalla buccia rugosa, diventa viola scuro o addirittura nera. La varietà più nota e coltivata anche in Italia, ritenuta da molti la migliore, è la Hass.

Avocado: proprietà, benefici

Spesso si pensa che l'avocado sia un frutto estremamente grasso. In realtà una delle principali caratteristiche nutrizionali che lo rende così speciale è la sua ricchezza di grassi monoinsaturi, ovvero i cosiddetti grassi buoni. E’ ricco poi di micronutrienti come potassio, magnesio, vitamina C e vitamina E.

Non solo, presenta acido folico e di folati e questa sua proprietà lo rende particolarmente consigliato durante la gravidanza, poiché queste preziose vitamine del gruppo B stimolano lo sviluppo dei tessuti e la nascita di nuove cellule, sostenendo così il processo di crescita del feto. Ha un basso indice glicemico, pertanto è indicato anche nei pazienti diabetici, in quanto le fibre e i grassi presenti nella sua polpa favoriscono una digestione più lunga e rallentano l’assorbimento dei carboidrati.

L’avocado contiene acido oleico, presente anche nell’olio d’oliva, che appartiene ai grassi monoinsaturi ed è noto per la sua benefica azione su cuore, cervello e arterie ed anche perché ha proprietà sazianti. L’avocado fornisce anche Omega6 e una piccola quantità di Omega3.

Insomma un vero toccasana per la nostra salute. 

Per queste sue caratteristiche è un frutto davvero indicata per coloro che vogliono integrare le dieta mediterranea con un frutto che oltre a dare molta energia è anche facilmente digeribile.

Gli effetti dell’avocado sulla nostra salute

Vediamo come le proprietà dell’avocado sortiscano effetti positivi sulla nostra salute.

Un consumo regolare di questo frutto favorisce la riduzione del colesterolo cattivo e dei trigliceridi, aumentando il colesterolo buono (HDL) favorendo così la salute il cuore. La presenza di potassio regolarizza la pressione sanguigna.

L’avocado ha un potere saziante. Spesso tendiamo a pensare che l’avocado faccia ingrassare, invece diversi studi hanno dimostrato che basta aggiungere mezzo avocado ai nostri pasti per aumentare il senso di sazietà tra un pasto e l’altro e di conseguenza regolare anche il peso corporeo.

Essendo l’avocado ricco di composti ad azione anti-infiammatoria come fitosteroli, carotenoidi, polifenoli, flavonoidi, vitamina C, vitamina E, zinco, selenio, acidi grassi e omega6, questo favorisce la protezione del nostro organismo dall’azione dei radicali liberi, prevenendo in questo modo patologie infiammatorie articolari.

Viene considerato il frutto dell’amore e della fertilità, non è un caso che oltre a ricordare un utero, la traduzione azteca di avocado sia “albero del testicolo”.

L’avocado è ricco di antiossidanti come la luteina e la zeaxantina, specializzati nel proteggere gli occhi dai danni provocati dallo stress ossidativo, la cataratta e la degenerazione maculare.

Le proprietà dell’avocado lo rendono particolarmente nutriente per la pelle. Essendo facilmente assorbibile dona un rapido sollievo a chi presenta una pelle sensibile o secca. L’avocado è un perfetto alleato non solo per la pelle ma anche per i capelli, proteggendoli dall’invecchiamento e dalla secchezza causata dai raggi solari.

Essendo molto calorico per via dall’alta concentrazione di lipidi e di grassi monoinsaturi l’avocado è particolarmente nutriente e quindi idoneo per caricarsi di energie sin dalla prima colazione e durante attività sportive prolungate. Basti pensare che una sola porzione di avocado da 100 g è sufficiente per assumere ben 238 calorie.

Controindicazioni

Molto raramente l’avocado può provocare reazioni allergiche dovute alla presenza di lattice nel frutto. Tra le controindicazioni dell’avocado possono comparire problemi digestivi: questo effetto collaterale è causato dai FODMAP, carboidrati a catena corta di cui l’avocado è ricco e che alcune persone non sono in grado di digerire causando gonfiore, produzione di gas, crampi allo stomaco, diarrea o costipazione. In ogni caso gli esperti consigliano per tutti di non esagerare con le quantità. E’ raccomandabile non andare oltre un avocado al giorno, sempre come spuntino e lontano dai pasti.

Ricordiamo che per ogni variazione del proprio regime alimentare è sempre bene rivolgersi ad uno specialista.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg