L’attrice a 50 anni ha voglia di un terzo figlio dopo Rosa e Linda, ma è sola e si schiera in favore delle adozioni per single.

Voglia di mamma per la terza volta. E’ questo il desiderio di Claudia Gerini a 50 anni. L’attrice ricordiamo che ha avuto la sua prima figlia Rosa, nata dal matrimonio con l’ex coniuge Alessandro Enginoli, ed una seconda, Linda in una relazione avuta con Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino.

Ora sta crescendo in lei una nuova voglia di maternità, ma il suo status di single al momento glielo impedisce. Una soluzione c’è ed è l’adozione, ma in Italia le pratiche dedicate ai single sono bloccate.

Claudia Gerini sarà mamma per la terza volta?

Chi segue la Gerini, sa che al momento ha due figlie avute da due differenti relazioni, Alessandro Enginoli prima, Federico Zampaglione poi e proprio quest’ultimo di recente ha sposato la nuova compagna Giglia Marra.

Claudia adesso vuole dedicarsi nuovamente alle crescita di un figlio, ma consapevole della sua condizione di single, lo vorrebbe in adozione, e proprio qualche giorno fa ha dichiarato al settimanale F: "Vorrei altri tre figli di quattro o otto anni solo che ho quasi 50 anni, non ho un marito: mi sono posta il problema, ho pensato che piacerebbe prendere un bimbo in affido. Ne ho parlato con le figlie. È importante che siano d’accordo".

Cosa ne pensano le figlie di Claudia Gerini

Quando l’attrice romana ha condiviso la notizia con le sue due figlie Rosa e Linda, è stata ben accolta. Certo non è una situazione che s’incontrerebbe ogni giorno, ma perché no?

Ed è stato proprio lei a dire al settimanale quale sia stata la risposta delle figlie: "Si sono subito spostate sulle cose pratiche, tipo dove lo facciamo dormire… Il fatto è che, essendo single, non posso chiedere un’adozione, ed è incredibilmente assurdo che in un Paese civile una donna che vuole dare amore a un bambino, che ha la disponibilità economica e spazio in casa, non possa farlo". P

er l’adozione di un figlio vale la pena fare una battaglia

Oggi tutte le pratiche in Italia che riguardano l’adozione di un bambino da parte di genitori single sono bloccate, per questo motivo Claudia Gerini, forte del suo stato di notorietà, ha deciso di portare avanti una battaglia per i diritti dell'adozione per i single e aggiunge: "Perché un bambino deve stare in un orfanotrofio anziché con una mamma che gli vuole bene? Vorrei tanto che si aprisse un caso: magari, se la battaglia la fa un’attrice, ha più eco".

Oggi le sue due figlie sono cresciute, sono delle ragazze e lei si confessa dicendo: "Nessuna madre è pronta alle crisi dell’adolescenza. Le ragazze sono più sofisticate, piene di sfumature e l’adolescenza è il momento in cui devi capire chi sei. Linda è molto matura, si sta trasformando in donnina (..). Devi abituarti ai silenzi, alle mezze risposte".

E conclude dicendo: "Ormai entrambe le ragazze vogliono stare più nel mondo della loro cameretta. Prima, volevano stare sempre attaccate a me e ora stanno più per conto loro, come è giusto. Io, poi, sono una “mamma figliona”, ma in fondo è un po' il cerchio della vita.

All’inizio i nostri bambini dipendono da noi mamme, che li accompagniamo nella crescita, passo dopo passo, poi i bambini crescono e proclamano la loro indipendenza ed è giusto dargli i loro spazi, e spesso è anche difficile dire quanto abbiamo bisogno gli uni degli altri, ma ce ne accorgiamo sempre quando siamo troppo grandi.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/30-09-2021/1632986553-95-.jpg