Quali sono i segreti delle star e dei personaggi famosi? L’esperta ci spiega i vantaggi della dieta Dash.

Molte celebrità, ma anche molte persone comuni utilizzano il metodo Dash.

Da Heidi Klum, a Taylor Swift e Jessica Simpson: sono sempre più belle e in salute. Le ragioni risiedono nel fatto che questo metodo alimentare non ha solo lo scopo di far perdere peso e di aiutare chi lo segue a non riprenderlo, ma ha anche quello di favorire il benessere, abbassando colesterolo e pressione.

La dieta Dash infatti è un regime alimentare promosso, negli anni ’90, dall'Istituto per il cuore, i polmoni e il sangue, il National Heart, Lung, and Blood Institute, e dell’Istituto Nazionale per la Salute degli Stati Uniti (NIH). Il regime alimentare è stato pensato con l’obiettivo di aiutare a prevenire, o migliorare, la pressione arteriosa alta, quindi sostanzialmente per agire sull’ipertensione arteriosa.

Quindi nasce non esattamente come una dieta per dimagrire, visto che il numero di calorie assunte non è più basso di quelle che sono necessarie ogni giorno.

Ci spiega l’esperta, Flavia Bernini, biologa, nutrizionista, che questo regime alimentare si ispira al modello della dieta mediterranea, ponendosi più come un’educazione alimentare, un metodo preventivo, che non una dieta dimagrante in senso assoluto.

Questo regime alimentare prevede infatti, un maggior consumo di alcuni alimenti e la riduzione o l’eliminazione di altri. Viene favorita l’assunzione di frutta, verdura, carboidrati integrali, derivati del latte a basso contenuto di grassi, pesce, carne bianca, oli vegetali e prevede una sostanziale diminuzione, o eliminazione, di carne rossa, grassi animali, zucchero e alcol. Nella dieta Dash, di solito si riduce molto l’utilizzo del sale da cucina.

In buona sostanza la presenza di fibre e cereali integrali amplificano i benefici per la salute e il basso contenuto in zuccheri, la rende ideale per le persone con diabete. Inoltre, i grassi saturi, dannosi per il cuore, sono ridotti al minimo in questa dieta”.

Cosa mangiare…

Intanto come ci fa notare l’esperta seguire un regime alimentare con molte fibre e pochi zuccheri raffinati aiuta ad aumentare il senso di sazietà, favorendo così la perdita di peso.

“Si possono eliminare senza grande fatica da due a tre chili al mese a seconda del deficit calorico adottato e dell’associazione con l’attività fisica. A differenza delle diete drastiche, il metodo DASH è un modo per raggiungere un peso sano nel tempo, ideale come dieta di mantenimento e di stabilizzazione dopo una significativa perdita di peso. E non si rischiano carenze nutrizionali: a differenza di molte diete, questo metodo fornisce tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno”.

Infatti la dieta Dash prevede:

  • Cereali integrali, da consumare tutti i giorni
  • Frutta e verdura che apportano fibre e sali minerali come magnesio e potassio, e le rendono alimenti chiave di questa dieta
  • Latte, yogurt e latticini, magri, da assumere tutti i giorni, anche per la colazione o come spuntino
  • Carni bianche e pesce, soprattutto azzurro, poiché sono fonti preziose di proteine e vitamine del gruppo B
  • Grassi, prevalentemente di origine vegetale, con al primo posto l’olio extravergine di oliva
  • Frutta secca, semi, legumi da alternare durante la settimana nell’ordine di 4-5 porzioni

Cosa evitare…

Carni rosse, insaccati, uova, zuccheri semplici, grassi saturi, alcol. Se ne consiglia una netta riduzione, così da garantire la massima protezione soprattutto da malattia coronarica e diabete.

Ovviamente come tutte le diete, anche in questo caso una corretta alimentazione deve essere accompagnata da uno stile di vita sano che preveda anche un’attività fisica di mantenimento. Utile è camminare 30 minuti al giorno e praticare nuoto due volte alla settimana. Naturalmente il consiglio è quello di non seguire mai da soli un regime dietetico ma di chiedere sempre il consulto di uno specialista.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg