Una collezione da non perdere, una capsule collection di camicie in seta realizzate con tessuti d’archivio.

Una collaborazione speciale quella tra la maison di lusso milanese e il giovane stilista britannico Harris Reed.

Da un lato Veronica Etro e il successo delle camicie realizzate con tessuti d'archivio, dall’altro il giovane Reed noto per i suoi modelli gender fluid, che spesso giocano con temi incentrati sulla mascolinità e la femminilità. Una contaminazione di stili che vuole sviluppare il concetto di riutilizzo.

Come nasce la collaborazione

Veronica Etro, in una nota racconta di quando le fu fatto recapiatare il messaggio di Reed, che le proponeva una collaborazione per un progetto speciale che potesse far incontrare il suo approccio creativo con la ricerca tessile ed il gusto per il colore della maison milanese.

“Ricordo quando ho ricevuto il suo messaggio e ho pensato: Wow! Perché no? Penso che la moda, in questo momento, sia in una fase in cui non si tratta di essere autoreferenziali, ma di essere davvero aperti a nuove idee e nuove persone”.

E’ partita da qui la ricerca di Etro nell'archivio della casa per selezionare materiale da poter utilizzare per la collaborazione.

“Abbiamo scelto le stampe paisley, alcuni tulles e alcuni jacquard di Lurex. Ci sono molte stampe ed è stato davvero accattivante vedere come Harris le ha trasformate in bellissime bluse che funzionano per tutti. I tessuti sono passati dall'essere deadstock all'alivestock!”. 

Sembra proprio che i due abbiano trovato subito delle affinità, tanto che Etro ha dichiarato di aver apprezzato Reed per la sua capacità di non prendere troppo sul serio la moda, di giocare con essa ma pur avendo un messaggio chiaro da trasmettere, quello dell’inclusività e della profonda passione per ciò che fa.

Il giovane designer ha dichiarato:

“Mi sento onorato di collaborare con Etro su questo progetto di upcycling. Essendo un giovane designer, il loro supporto è inestimabile ed è per me un sogno poter collaborare con il marchio, in quanto l’ho sempre rispettato profondamente, ha una profonda cultura e un meraviglioso heritage. Veronica Etro e la sua fantastica famiglia erano così entusiasti all’idea di prendere dei tessuti dal loro archivio e di permettermi di riportarli nuovamente in vita, con le mie camicie iconiche Pussy Bow Blouses. Lo stesso modello è stato creato per personaggi come Harry Styles, Ezra Miller e Troye Sivan. I modelli e i disegni sono stati realizzati nel mio piccolo studio a Londra, ma portati veramente in vita attraverso l’uso dei tessuti d’archivio Etro”.

La capsule collection

Nasce da questa sintonia la collezione in edizione limitata, composta da due modelli realizzati in tessuti d'archivio colorati con stampe Paisley e floreali, caratterizzati da una forma voluminosa, un fiocco da posizionare a piacimento e maniche couture. Sono state selezione dagli archivi della casa milanese, stampe paisley, alcuni tulles e alcuni jacquard di Lurex che la creatività di Reed han trasformato in bluse bellissime indossabili da chiunque. Hanno dato il loro contributo, per dare vita ai pezzi della collezione un gruppo di amici e clienti di Reed ed Etro, tra cui Tommy Dorfman, Lea T. e Anna Dello Russo.

Aggiunge Reed:

"Penso che questa collaborazione sia tutto ciò a cui io, come giovane marchio e giovane designer, ambisco davvero. Questo è un prodotto commerciale realizzato in modo positivo, è qualcosa che Veronica fa già così bene per il brand Etro, prendendo tutte le sue ispirazioni e idee e traducendole in qualcosa che è al tempo stesso così indossabile e ancora così tanto legato al sogno, al viaggio, al divertimento".

La capsule collection Harris Reed X Etro in edizione limitata è ora disponibile esclusivamente su etro.com e su MatchesFashion.com.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg