"World Pasta Day” 2021. Il carboidrato che mette d’accordo tutti!

Si festeggia oggi 25 ottobre la giornata mondiale della pasta, iniziativa organizzata dall’Unione Italiana Food e dall'International Pasta Organisation (Ipo). Dalle analisi condotte emerge che il consumo di pasta negli ultimi 10 anni praticamente quasi raddoppiato: si è passati da 9 a circa 17 milioni di tonnellate annue. L’Italia guida la produzione e l'export. Secondo l’Unione Italiana Food, possiamo vantare oltre 300 i tipi di pasta, anche gli italiani, continuano a prediligere le stesse tipologie: anzitutto gli spaghetti, seguiti da penne rigate, fusilli e rigatoni. E poi farfalle, linguine, lumachine, bucatini, mezze maniche e lasagne.

Anche se oggi il "World Pasta Day", è rappresentativo delle tradizioni alimentari di diversi Paesi al mondo, vogliamo ricordare che il 62% della produzione di pasta avviene proprio in Italia. Considerando i dati statistici del decennio che va dal 2010 al 2020, emerge che 3,9 tonnellate di pasta sono state prodotte in Italia e 2,4 sono state quelle esportate all'estero, soprattutto verso il Regno Unito, la Germania, il Giappone e la Francia. Gli italiani ne consumano ben 23 chili l’anno, per un giro di mercato di oltre 5,5 miliardi di euro.

Iniziativa benefica

Oltre a festeggiare il prodotto più amato al mondo, il "World Pasta Day", ha dato vita ad una maratona social con tweet up, eventi Facebook, foto e Instagram stories per condividere anche l’amore e la passione per il piatto protagonista della nostra tavola e della Dieta Mediterranea.

I pastai italiani, infatti, hanno confermano il loro impegno per sostenere il pianeta e ribadire il valore simbolico dello stare insieme e condividere un piatto di pasta, organizzando un’iniziativa di beneficenza a sostegno delle mense Caritas, dando la possibilità agli utenti del web di postare sui propri canali social lo scatto di un piatto di pasta con l'hashtag #Haveagoodpasta. Gli scatti raccolti dall'hashtag saranno poi pubblicati sul sito dedicato di Al Dente fino a raggiungere 300mila piatti di pasta, che verranno donati alle mense Caritas di Milano, Roma, Napoli e Palermo.

Continueremo ad apprezzare questo piatto, simbolo di italianità nel mondo, gustandolo in ogni modo, dal condimento di mare a quello di terra, dal vegetariano al vegano. Perché la pasta è molto più che un semplice alimento, la pasta è gioia, è gusto, è tradizione, è benessere per la mente e per il corpo.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg