Dall'arredamento low cost all'abbigliamento low cost, il passo è breve!

Avrà forse annusato l’appetibilità di certe scelte fatte da altri grandi brand? Sta di fatto che, così come hanno già fatto la Lidl, McDonald’s e Netflix che utilizzando il proprio logo hanno tentato di farsi strada anche nel campo dell'abbigliamento, oggi è il turno dell’azienda danese.

Da ieri 14 Ottobre in Italia, è disponibile Efterträda, che in svedese significa “successore”, la nuova linea di abbigliamento a basso costo, sia nei punti vendita di Ikea, sia sul sito ufficiale, anche se al momento non è ancora possibile acquistare i nuovi prodotti firmati Ikea.

La collezione era stata lanciata in Giappone nel dicembre scorso, ed è caratterizzata dalla capsule collection di streetwear, ovvero una collezione di capi casual che comprende t-shirt e felpe bianche con degli accessori come una borsa in tessuto, due teli bagno, delle borracce per l'acqua ed un portachiavi, e tutti riportano i codici a barre della libreria Billy, il mobile più venduto da Ikea. E poi c’è il cappello da pescatore Knorva, che è stato realizzato con la nota plastica blu delle buste Ikea, e riporta il logo dell’azienda, in vendita a due euro.

L’ispirazione…

L’idea del progetto, nasce dalla collaborazione della casa madre danese e la filiale giapponese di Tokyo. In casa Ikea, I designer si sono ispirati allo stile di vita di quattro giovani del quartiere di Harajuku, ovvero un direttore artistico, una musicista, un fotografo e una modella, che ricercano nello stile, nell’abbigliamento, un’ideale comune come espressione della creatività e della cultura giovanile contemporanea.

Con questo nuovo progetto probabilmente l’azienda vuole rafforzare e dar seguito al suo concetto di design democratico: “Perché i bei prodotti sono accessibili solo a pochi privilegiati? Dev’essere possibile offrire funzionalità e buon design a prezzi bassi”, aveva detto il suo fondatore, Ingvar Kamprad.

Dunque "funzionalità e semplicità" saranno le parole chiave, non più solo per montare mobili, ma anche per vestirsi, in uno stile pop e minimalista, tipico del mondo scandinavo.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg