Britney Spears rivela il regime alimentare che l’ha aiutata a perdere qualche chilo e anche a combattere problemi come asma, stress e mal di testa.

Spesso la postar ha rivelato su Instagram, alcuni rimedi naturali a cui ricorre non solo per mantenersi in forma ma anche per ridurre alcuni fastidiosi sintomi:

“Ho affaticamento degli occhi, stress, asma e mal di testa”.

Così per ridurre questi sintomi la Spears ricorre all’assunzione di alcuni tipi di frutta e verdura, combinati con piatti proteici. E in particolare per mal di testa: mela, cetrioli, cavoli, zenzero e sedano. Per l’asma: carota, spinaci, mela, aglio e limone. Per lo stress: pera, fragole e banana. Per gli occhi stanchi: sedano e carota. Per affaticamento: mela verde, limone, spinaci, carote e barbabietole. Spesso la cantante mixa queste verdure in gustosi frullati.

Il piano alimentare della dieta di Britney Spears

La dieta seguita dalla Spears è sostanzialmente la dieta low carb, che si basa su una riduzione dei carboidrati, un piano alimentare che contempla meno di 100 grammi al giorno di carboidrati nella dieta totale. Il resto dei pasti deve essere suddiviso fra il 50-60% di lipidi e un buon 20-30% di proteine.

Colazione: combinazione di frutta in forma di macedonia o frullato + uno yogurt greco bianco da 150 grammi + bevande a scelta tra tè e caffè senza zucchero.

Spuntino: un frullato con un cetriolo e una 150 grammi di fragole, in un bicchiere di acqua.

Pranzo e cena: una porzione da massimo 150 grammi di carne o pesce magri, come pollo, tacchino, vitello, polpo, calamari, platessa, pesce spada, tonno al naturale, prosciutto cotto, gamberetti, da condire con erbe aromatiche e con una insalata condita con un cucchiaino di olio. Al posto dell’insalata frullato di frutta e verdura.

Dopo una settimana: per chi volesse seguire il regime alimentare della Spears si può variare la dieta. Così a pranzo o a cena fare un contorno di verdure a scelta e scegliere una insalata o un frullato solo nell’altro pasto. Altre opzioni di pranzo e cena possono essere due uova o l’aggiunta di 150 grammi di legumi lessi alla insalata o dei formaggi magri come ricotta o fiocchi di latte. Ci si può concedere del sushi a cena, spiega la Spears, ma con moderazione. Spuntino: 2oo grammi di ananas fresco o una ricetta per frullati o centrifugati.

Ricordiamo che il fai da te non è mai la scelta giusta e può provocare seri danni alla salute. Meglio affidarsi a uno specialista. 

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg