Sarà presentata a Palazzo Madama, alla Torino Fashion Week, a partire da oggi 15 e fino al 21 novembre la collezione moda firmata da House of Mandela, società di lifestyle fondata dalla figlia del Premio Nobel, Maki Mandela.

Makaziwe Mandela, per tutti Maki, 67 anni, è una dei quattro figli nati dal primo matrimonio di Nelson Mandela con Evelyn Mase, tra l’altro l’unica ancora in vita. Dalla notevole cultura, con più lauree e appassionata di moda, per anni ha lavorato alla Developement Bank of Southern Africa come Executive Manager. Maki ha fondato diverse società: come Nozala, un gruppo di investimento femminile per l’emancipazione economica delle donne nel suo Paese.

House of Mandela

Nel 2010 fonda con la figlia Tukwini, la House of Mandela di cui è presidente. Si tratta in verità di un’azienda multitasking caratterizzata da una serie di prodotti tra cui i libri del figlio Dumani che si ispirano al pensiero del nonno, un e-commerce di vini, gioielli, quadri e, lo streetwear ispirato ai disegni che Mandela realizzò nelle Struggle Series. I disegni sono stati la fonte di ispirazione per la collezione che Maki e Tukwini presenteranno appunto oggi alla Torino Fashion Week, e che troveremo in digitale. Una parte del ricavato sarà devoluto a organizzazioni che seguono i 7 pilastri del pensiero di Mandela.

La collezione di moda streetwear caratterizzata da T-shirt, felpe e abiti sono ispirate tutte dallo stesso tema: le mani, “strumenti potenti che possono ferire o guarire, punire o sollevare”.

“La sua arte ha un’influenza enorme sui nostri progetti. Ha sempre amato la moda, fin da piccolo. Le camicie Madiba sono state una dichiarazione di stile senza volerlo. Essere coinvolti in questo mondo è stata una naturale conseguenza per noi come marchio. L’abito tradizionale Xhosa fa parte della nostra espressione, le vesti e gli ornamenti delle donne mostrano le fasi della loro vita”. 

Quel concetto di libertà tanto caro a Nelson Mandela viene traslato sulle camicie multicolor ed ampie. Un capo che ha avvicinato Mandela al suo popolo, oggi diventano simbolo per tutti. Questo ha raccontato Maki al Corriere della Sera:

“House of Mandela nasce per rendere omaggio ai nostri antenati e per raccontare la vera storia di Nelson Mandela. Si concentra sulla vicenda della Casa di Mandela e non solo su di lui come individuo: Nelson Mandela ha preso tutti i valori e gli ideali della Casa, amore, comunità, tolleranza, coraggio, pace e comprensione, donandoli al mondo. La gente sembra pensare che mio padre sia caduto dal cielo, che sia una creatura mitica. Ma aveva un senso del luogo, aveva genitori, fratelli e sorelle. Ha sempre affermato di essere stato plasmato dalle tradizioni e dai valori politici e culturali dei suoi antenati. Il lignaggio e l’eredità erano molto importanti per lui e ha trasmesso le virtù di Casa di Mandela ai figli e ai nipoti”.

La collezione streetwear frutto di una passione per la moda

Maki racconta nell’intervista che la passione per la moda nasce da su figlia Tukwini, che ha progettato la collezione, trovato i fornitori, e che ha organizzato tutto dai modelli, ai video, alle riprese. Tukwini ama il lavoro degli artigiani locali e fa di tutto per trovarli, convinta del fatto che ci sia tanto talento e creatività in Sudafrica e in Africa. Il suo sogno è di portare questo talento in tutto il mondo, in modo molto creativo e innovativo. Il suo più grande sogno è creare una propria attività in Sudafrica, lavorando con artigiani e fornitori locali per dare vita ai tessuti e al design ispirati alle culture, alle tradizioni, ai paesaggi e ai colori dell'Africa.

Anche Maki ama i colori e la sua terra.

“Qualsiasi nostra collezione sarà sempre ispirata alle varie culture africane e agli abbigliamenti tradizionali. È ora che i designer africani facciano sentire più forte la loro voce, non basta che siano gli stilisti occidentali a interpretarci. Prevedo un futuro in cui saremo in grado di produrre tutte le nostre collezioni in Africa. Non vedo alcun motivo per cui non possiamo produrre i nostri tessuti, le nostre collezioni, ed esportarli nel mondo”

Le felpe e magliette della collezione sono stampate le mani che disegnò Nelson Mandela in persona.

“La sua arte ha un’influenza enorme sui nostri progetti. Ha sempre amato la moda, fin da piccolo. Le camicie Madiba sono state una dichiarazione di stile senza volerlo. Essere coinvolti in questo mondo è stata una naturale conseguenza per noi come marchio. L’abito tradizionale Xhosa fa parte della nostra espressione, le vesti e gli ornamenti delle donne mostrano le fasi della loro vita”

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg