L'Italia, il bel paese, si può vantare di avere castelli tra i più belli in Europa, ma ce ne sono pochi circondati da un fossato d'acqua come lo è il Castello Borromeo. Scopri con me la storia dietro la tenuta più antica di questa famiglia nobile in Lombardia.

Un castello per fortificare la città

Sito a Piazza Castello nella città di Peschiera Borromeo che fa onore al cognome di questa nobile famiglia arricchita da attività bancarie, è stata costruita questa magnifica fortezza.

Il castello dista pochi passi dalla città di Milano. Costruito da una struttura preesistente: una cascina in una zona rurale in possesso dai monaci agostiniani. Essa fu trasformata in un fortilizio nel secolo XV dopo che il nobile Vitaliano Borromeo ebbe  il consenso dal duca di Milano nel 1432: Filippo Maria Visconti, per fortificare la città di Peschiera. 

Inusuale e unico nel suo stile   

Il castello di Peschiera Borromeo è un castello caratteristico e inusuale nella Lombardia, con un ponte levatoio e muri protetti da un grande fossato pieno d'acqua scavato più di 5 secoli fa.

Fu di proprietà privata dell'arcivescovo San Carlo Borromeo, l'erede della tenuta fino al 1567 quando donò il fortilizio allo zio Giulio Cesare Borromeo:  padre di Renato Borromeo chi negli ultimi decenni del XVI iniziò i lavori di ristrutturazioni nelle fogge a come lo si conosce oggi.

Risalta come unico nella zona per il suo stile con quattro torri rotonde, e in centro una lunga torre centrale. 

A renderlo ancora più magico ci sono cigni e papere che galleggiano nel fossato che circonda il castello. 

Fu Sede Strategica per le operazioni militari 

Curiosamente il castello fu sede strategica per le operazioni militari da parte di Francesco Sforza (dal 1448 al 1450), ospite di Vitaliano Borromeo per conquistare il ducato milanese. 

Poi il castello è diventato una residenza di campagna che ebbe come ospite Luigi XIII: Re di Francia, molto stimato dalla famiglia Borromeo.

Senza dubbio il castello di Peschiera Borromeo è di una bellezza rara, immerso nel bosco, circondato dal verde in una zona rurale dove si respira soltanto tranquillità. 

Vale la pena una visita e ammirare lo splendore di questo castello, almeno vederlo da fuori perché non ci sono più le visite guidate all'interno della struttura, in quanto è chiuso al pubblico dal 09 giugno del 2019, a meno che lo si prenoti per eventi privati vari all'interno delle sale affrescate in un luogo prestigioso e pieno di storia.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219289-249-.jpg