Prelibatezza autunnale. Chi ha detto che bisogna rinunciarci?

Frutto goloso, la castagna arriva sulle nostre tavole proprio in questo periodo, tra Ottobre e Novembre, un frutto autunnale che ci accompagna e ci prepara ad affrontare la fredda stagione invernale. Anche se ci fanno tanto gola, siamo sempre attanagliati dal dubbio se le castagne facciano ingrassare e se mangiarle possa compromettere la nostra linea, e così molto spesso ci rinunciamo.

Cominciamo nel dire che le castagne fanno molto bene e non fanno ingrassare in senso assoluto. Pensiamo che nei secoli hanno rappresentato, specialmente tra la popolazione più povera, il cibo nutriente per eccellenza per via dei tanti nutrienti contenuti. Le castagne infatti sono ricche di carboidrati, presenti per l'84%, hanno il 9% di grassi e il 7% di proteine. Sono presenti i sali minerali, potassio, fosforo, calcio, ferro, oltre a magnesio, sodio, manganese, zolfo. Contengono l'acido folico, un alleato per le donne in gravidanza, soprattutto nei primi mesi per favorire lo sviluppo del feto. E poi non mancano acqua, numerosi amminoacidi e le vitamine (A, gruppo B, C, D).

Le proprietà della castagna

Gustose e nutrienti, sono l’ideale per superare i piccoli problemi di stagione, come la stanchezza e gli sbalzi termici. Hanno eccellenti proprietà.

Intanto se si mangiano cotte, danno una carica energetica importante che può essere utile per affrontare i malanni di stagione o per esempio dopo un allenamento fisico. Infatti hanno molti zuccheri semplici che sono assorbibili dall’organismo in modo facile. Con un bel decotto di foglie di castagne si possono combattere tosse e raffreddore ed in azione con l’acqua producono una buona azione remineralizzante e favorisce l’attività intestinale.

Inoltre il contenuto di magnesio contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso, mentre la presenza di fitosteroli sembrerebbe favorire la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. La vitamina B2 invece è un valido rimedio per la cura del fegato.

Le castagne fanno ingrassare?

Come abbiamo detto le castagne sono ricche di zuccheri quindi evidentemente caloriche. Tuttavia se inserite in un’alimentazione sana e bilanciata possono essere consumate senza aver paura di compromettere la linea. Gli esperti consigliano di assumerle come snack per lo spuntino o a metà mattinata o per la merenda. Se cotte ancor meglio, poiché una parte degli amidi che contengono, si riducono in zuccheri semplici, quindi più facilmente digeribili ed evitano i fastidiosi gonfiori di pancia.

Il consiglio per non rischiare di assumere troppe calorie è consumarle nella giusta quantità, circa 6 castagne, massimo tre volte a settimana, e riducendo chiaramente nel corso della giornata il consumo di pane, pasta e cereali.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg