Localizzata all'estremo del territorio Italiano, Courmayeur continua a stupire coi suoi paesaggi suggestivi e montuosi: una meta da visitare quante più volte possibili.

Il dibattito, all'apparenza infinito e impossibile da mettere a tacere, continua imperterrito. Se da un lato si raggiunge il nirvana all'udir dello sciabordio delle onde e il garrito dei gabbiani che sorvolano gli scogli, dall'altra si raggiunge l’apoteosi dell’esistenza ristorando all'ombra dei colli, o sotto le foglie acute di una pineta.

Per chi ama quest'ultimo stile di vita, o meglio dire, di vacanza, le destinazioni sono tanto numerose, quanto fattibili alle tasche. Quantunque una buona parte degli italiani tenda a nascondere la sua premura nelle spese, è in realtà doveroso e risaputo anteporre la propria disponibilità economica alla meta. Tuttavia, per chi decide di non badare a spese, quale potrebbe essere la giusta destinazione montana?

Per molti (probabilmente per tutti quelli che hanno avuto l’opportunità di presenziarvi) Courmayeur è la meta perfetta.

LA FANTASTICA COURMAYEUR 

Sito ai piedi del Monte Bianco, il comune di Courmayeur è da tempo noto per i suoi spettacolari paesaggi. Geograficamente parlando, si tratta dell'estremo territorio italiano che precede la Francia (raggiungibile attraverso il traforo del Monte Bianco). Meta per tutta la famiglia, consente (soprattutto in estate) pacifiche escursioni sui campi verdeggianti delle valli, laddove i bestiami (mai lasciati incustoditi) brucano l'erba lasciata al maggese.

La straordinaria geografia del luogo appassiona da tempo tutti i paesaggisti, ed è addirittura capace di far innamorare di sé chiunque non abbia mai ammirato vette pietrose a taglienti come quelle componenti il vicino paesaggio alpino. Una notizia che potrebbe sconvolgere qualcuno, soprattutto chi soffre di vertigini: grazie alla funivia Skyway, è possibile raggiungere (acquistando il biglietto) il Monte Bianco e ammirarne l'imponente ghiacciaio che su di esso si staglia indisturbato.

Come già anticipato, i costi di una vacanza a Courmayeur, soprattutto in inverno, lievitano come impasti lasciati sotto un telone. Tuttavia, nei mesi estivi, dato anche il turismo leggermente meno numeroso -se comparato alle stime invernali- i costi affittuari di camere e case subiscono un certo calo. Se l’obiettivo è quello di trascorrervi una vacanza estiva, allora sarebbe perfetto richiedere informazioni o prenotare durante la primavera. In ogni caso: è certo che assaporare l'aria montana e quasi eterea di un tale capolavoro naturale, pur supportato dalla vicina architettura risalente a tempi pressappoco medievali, sia un must del viaggiatore.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631218935-403-.png