L’ingegnere va a lavorare in minigonna e la moglie lo incoraggia e lo sostiene.

Quella di Mark Bryan è una battaglia personale. Ingegnere di 62 anni, specializzato in robotica, sposato, padre di 3 figli e nonno, indossa gonne e scarpe con i tacchi per andare al lavoro con l’intento di abbattere gli stereotipi di genere.

“I vestiti non hanno sesso”, ripete spesso ai suoi 595mila follower. Ormai su Instagram è diventato un influencer anche se lui non ama essere visto in questo modo. Da 5 anni si reca a lavoro con camicia, cravatta, tubino o gonne e tacchi.

Ha dichiarato di preferire le gonne ai vestiti, in quanto questi non gli consentirebbero di mescolare i sessi.

“Preferisco un look maschile sopra la vita e uno non di genere sotto la vita”.

Mark Bryan porta avanti la sua personale missione, poiché ritiene che i vestiti non debbano creare differenze di genere tra individui. Secondo l’ingegnere tutti dovrebbero essere liberi di potersi vestire come credono senza subire pregiudizi o essere etichettati.

Mark è talmente affascinato dalle gonne da sostenere che non dovrebbero essere un capo esclusivamente femminile. La sua prima sostenitrice è la moglie che lo incoraggia tutti i giorni nella scelta degli abiti da indossare.

Una scelta consapevole  

L’ingegnere ha rivelato di aver sempre avuto una grande attrazione nei confronti delle gonne e delle scarpe femminili, trovandole più eleganti e comode da indossare. Tanto che, una volta cresciuto, ha deciso di portare avanti una lotta personale per rivendicare la piena liberalizzazione dei capi di abbigliamento ritendo tra l’altro che le molteplici combinazioni di abbigliamento a disposizione delle donne lo hanno spinto ad adottare questo suo stile unico. E certamente queste sue preferenze di stile non convenzionale hanno influenzato nel tempo anche la sua vita personale.

“Mi vesto così perché posso. Solo per essere differente. Ho sempre ammirato le donne che indossavano gonne strette e tacchi. Non l’indosso per essere sensuale, ma l’indosso per essere come ogni donna in carriera sarebbe”.

Bryan ha svelato anche alcuni segreti legati al suo stile:

“Ho una sarta di talento che converte i miei pantaloni in gonne. Dal momento che preferisco gonne a matita c’è abbastanza materiale per fare una gonna. In questo modo i miei abiti sono corrispondenti”.

L’ingegnere nell’indossare gonna e tacchi, si sente estremamente naturale ed originale. E se in estate preferisce indossare polo senza maniche, sandali con tacco ed una gonna stretta sopra le ginocchia, in inverno predilige gonna e stivali più lunghi, con un pullover leggero. Inoltre ha confessato:

“Ma ora, posso mixare ed abbinare e così avere un nuovo guardaroba ogni giorno. È un senso di orgoglio!”.

La battaglia personale di Bryan ed il suo stile stravagante non potevano non attirare l’attenzione dei media.

Ma lui continua a sostenere: “Sono un uomo etero a cui piacciono le Porsche e le belle donne”.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg