Berlusconi chiude Tg4 e StudioAperto: ecco come cambia l'informazione su Rete4 e su Italia1

La decisione è stata presa. Tra qualche giorno Mediaset metterà in atto una riorganizzazione dell'informazione. Del Tg4 e StudioAperto, chiusi, resteranno solo i loghi. L'intento iniziale era quello di dare vita a due nuovi telegiornali che andassero in onda sul Rete4 e Italia1. Cologno Monzese, invece, ha virato decidendo di mantenere i brand storici per non dare una sensazione di ridimensionamento né di disorientamento nei confronti del pubblico. Non saranno sostituiti dal TgCom24, ma sui canali 4 e 6 le informazioni del giorno scorreranno davanti al ledwall di Tg4 e StudioAperto che saranno ridotti alla semplice sigla e al semplice logo che conosciamo tutti.

Mediaset, nelle ultime ore, ha fatto una smentita. In una nota diffusa da AdnKronos l'azienda di Pier Silvio Berlusconi ha parlato di un unico cambiamento visibile nel cambio del nome di News Mediaset in TgCom e di riorganizzazione interna della line in un'ottima di ottimizzazione.

Come cambiano Tg4 e StudioAperto: la decisione di Mediaset

Gli ascolti tv sempre in calo del Tg4 e StudioAperto hanno portato i Vertici dell’ammiraglia del Biscione ha ridimensionare l’informazione sulle sue reti. Il piano sarebbe quello di concentrare le risorse aziendali a tempo indeterminato in maniera più concentrata e soprattutto produttiva. Invece di inviare quattro giornalisti per quattro telegiornali diversi ad una conferenza stampa, per esempio, ne verranno inviati uno o due.

Questi avranno il compito di coprire le notizie sia per il Tg5, che resta saldo nella sua redazione romana, che per TgCom24. Naturalmente la decisione varata da Mediaset farà saltare alcune teste. Nell’arco di tre anni si parla di circa 45 addii tra licenziamenti e prepensionamenti.

Tg4 chiude, Emilio Fede furibondo: “Informazione presa a calci”

Per tanti anni è stato il volto simbolo del Tg4: Emilio Fede gli ha dato proprio la vita, l'ha cresciuto e l'ha reso grande. L'ex direttore ha commentato la notizia circa la chiusura del Tg4: "Così l'informazione viene presa a calci nel sedere". A Fanpage, poi, ha dichiarato: "Io sarei sceso in piazza a protestare".

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219038-53-.png