Mal di tempo? Ecco come cogliere i sintomi e i rimedi per superarli

Sull’argomento si dibatte molto in psicologia, eppure il disagio meteoropatico si manifesta con tantissimi sintomi fisici e non solo. La meteoropatia infatti non è un disturbo da sottovalutare, soprattutto nei cambi di stagione, come in questo periodo dell’anno in cui dobbiamo fare i conti con i primi giorni di pioggia, cielo grigio e meno ore di luce. Le situazioni meteorologiche infatti influenzano decisamente l’insorgere di diversi sintomi, tra cui mal di testa, dolori muscolari e alle articolazioni. Disturbi a livello cardiocircolatorio, come calo della pressione oppure ipertensione e tachicardia.

Oltre quelli fisici, gli altri sintomi sono di carattere psicologico, sbalzi di umore, tristezza, mancanza di concentrazione, insonnia ed un generale senso di malessere diffuso.

Tutto ciò avviene perché l’organismo deve adattarsi ai cambiamenti, pertanto si ritrova in una condizione di forte stress. Sono soprattutto le persone più vulnerabili a non riuscire ad “auto-compensare” questi cambiamenti, percependo pertanto un generale stato di malessere, spesso anche piuttosto importante. Infatti tra coloro che risentono di più dei cambiamenti meteorologici, ci sono i soggetti che già soffrono di qualche patologia fisica. Generalmente sono le donne e gli anziani i più sensibili ai cambiamenti meteorologici.

Rimedi

Intanto cominciamo nel dire che non ci sono vere e proprie cure per la meteoropatia. Ci sono tuttavia dei rimedi, naturali e non, ai quali si può ricorrere per attenuare i sintomi.

I disturbi cominciano a manifestarsi da 48 a 72 ore prima del cambiamento climatico scatenante. I sintomi, in fase acuta, possono durare anche per qualche giorno, attenuandosi poi con lo stabilizzarsi del tempo. Purtroppo in queste ore oltre i sintomi fisici, le persone colpite percepisco un senso di apatia, mancanza di energia, irritabilità, nervosismo e crisi di pianto, favorendo pensieri pessimistici che influenzano negativamente la giornata e i rapporti interpersonali. Molte persone preferiscono stare sole, sentono un forte desiderio di dormire, rifiutando ogni forma di socializzazione e tendendo a consumare molti zuccheri ed alimenti calorici.

Per alleviare i sintomi in questi casi sono molto efficaci infusi e tisane, dalle proprietà calmanti e rilassanti: si può optare per il biancospino, la camomilla, la malva, il tè verde, la valeriana, la melissa e il tiglio. Anche ricostituenti a base di ginseng, pappa reale e propoli sono un vero toccasana contro malessere diffuso, stanchezza e debolezza fisica, che si presentano soprattutto nei cambi di stagione, il sistema immunitario subisce un generale indebolimento.

Ottimo consiglio è anche quello di ricorrere ad una dieta varia ed equilibrata, ricca di sostanze antiossidanti e di cibi che rinforzano le difese immunitarie. Anche praticare sport, in particolare esercizi di rilassamento, come yoga e pilates, aiuta molto contro lo stress. A tutto ciò si possono aggiungere anche massaggi e sedute di agopuntura, soprattutto se si soffre di contratture e disturbi articolari legati a stress e cambiamenti climatici.

Nei casi cronici che portano a forte depressione si raccomanda una diagnosi specialistica per definire l'approccio terapeutico più adatto.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg