In quest'articolo andremo a vedere assieme per quali motivi molti italiani sono scontenti a dieta.

Molti italiani seguono una dieta, ma quando raggiungono l’obbiettivo di perdere peso o di eliminare qualche chilo in eccesso sono tutt’altro che felici, si sentono tristi e pessimisti.

Gli esperti con vari studi hanno analizzato e cercato di dare una risposta a questo problema.

Nella nostra penisola è stata stilata la classifica secondo la quale un 1 italiano su 4 non è contento dei propri traguardi alimentari raggiunti nell’arco di tempo stabilito, sebbene la bilancia registri qualche valore in meno a distanza di poco tempo.

Ci si chiede quindi quale sia la vera causa alla base di questa situazione di forte insoddisfazione e perché seguire dunque una dieta?

La tendenza è che tutti seguiamo una dieta sia per il nostro benessere fisico che anche per piacersi di più. Seguire ogni giorno corrette abitudini alimentari rappresenta il fattore fondamentale per avere una salute di ferro, ma attenzione però a come stiamo a dieta. Sebbene un quarto degli italiani sia favorevole alla dieta settimanale, non tutti hanno la possibilità di farsi seguire da un nutrizionista esperto in privato, consigliato dal proprio medico di base.

In questi casi molto spesso si opta per diete fai da te, diete che si trovano tranquillamente in rete, ma che tengono conto di esigenze personali. Ognuno ha il proprio corpo ed ogni corpo ha delle proprie caratteristiche che lo rendono diverso dagli altri.

Molte persone iniziano una dieta perché sono consapevoli di assumere scorretti comportamenti a livello alimentare, ma molto spesso l’ambiente e i problemi che li circondano prendono il sopravvento rischiando di mandare in aria tutto il lavoro fatto dopo mesi e mesi di lavoro. Nel giro di poco tempo , infatti, l’organismo torna al peso iniziale e ogni sforzo fatto si manifesta cosi inutile.

Dall’altra parte troviamo quelle persone che decidono invece di assumere un comportamento rigido nei confronti della dieta, a tal punto da seguirla scrupolosamente, ad ogni minimo dettaglio e quindi la volta in cui c’è scritto carne si cucina la carne per pranzo e se al mercoledì sera si fa la pasta, si cucina la pasta.

Pizza, dolci è giusto che non compaiano quotidianamente nella dieta settimanale, ma anche l’esclusione totale di alcune tipologie di alimenti non fa assolutamente bene alla salute del nostro corpo. Per questo gli esperti individuano nella dieta mediterranea il prototipo di dieta corretta da seguire.

Una dieta deve si farci dimagrire, ma non deve privarci delle energie sia mentali che fisiche per svolgere le nostre attività quotidiane, dallo sport, al lavoro, allo studio.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219243-70-.jpg