Parolacce, toni accesi e stracci volati: lo chef è finito al centro delle polemiche dopo lo scherzo: è negazionista? Canale 5 attaccata

Dopo tre anni è tornato in onda Scherzi a Parte su Canale 5 con una nuova edizione targata Enrico Papi. Questa nuova versione dello show segna il ritorno del conduttore romano sui canali Mediaset. Studio e atmosfera decisamente nuovi hanno fatto da cornice al primo appuntamento. Papi ha giocato e interagito con le vittime degli scherzi sedutegli di fronte. Prima vittima di Scherzi a Parte è stato Gianfranco Vissani, il cuoco e critico gastronomico tra i più conosciuti del piccolo schermo.

In più occasioni ha espresso con una certa veemenza le difficoltà che i ristoratori si sono trovati ad affrontare a causa della pandemia da Covid-19. In una recente intervista ha fornito il suo punto di vista sul greenpass, "provvedimento inutile se non si vaccinano tutti gli italiani". Anche in tv ha spesso manifestato il suo disappunto con toni non proprio pacati ma molto coloriti. Secondo la sua logica, certe norme rendono complesso il lavoro dei ristoratori e non agevolano l'arrivo della clientela.

Enrico Papi ha pensato di fare leva proprio su queste posizioni di Gianfranco Vissani. Il finto ispettore incaricato dalla Asl ha mandato su tutte le furie lo chef che ha dimostrato di essere poco collaborativo e ha iniziato a inveire contro il funzionario. Nulla ha fermato l'ispettore che, tra le altre cose, rilevava la temperatura a chiunque gli capitasse intorno. Inoltre continuava a elencare anche tutto ciò che non si atteneva alle norme: dai divisori in cucina ai tavoli che non rispettavano la giusta distanza.

Lo scherzo ha generato pesanti critiche sui social da parte dei telespettatori. In molti hanno inveito contro Vissani per il suo linguaggio poco educato. Altri, invece, hanno avuto da ridire contro Scherzi a Parte sostenendo che potevano evitare di realizzare uno scherzo sul Coronavirus:

“Scherzare sul Covid? Mostrare quindi uno che urla all’ASL? Che senso aveva questo scherzo? Vergogna”. “Questa Mediaset mi fa sempre più schifo”

Non è passata inosservata una frase del cuoco che nel mezzo di una delle sue tante escandescenze ha urlato:

“Io sono anti-Covid”

Queste parole sono state condannate fortemente dal pubblico del varietà di Canale 5.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219038-53-.png