Aiuta a digerire, a combattere la nausea e a bruciare calorie, aiuta a combattere gonfiori e la ritenzione idrica, qualità conosciute e apprezzate già 5 mila anni fa.

Lo zenzero, detto anche ginger, è un alimento in genere utilizzato come spezia ma lo si può trovare davvero in tantissimi prodotti anche molto diversi tra loro, questo non solo per via del suo aroma molto particolare ma anche per i suoi principi attivi che gli conferiscono numerosi benefici per la salute. Lo zenzero contiene gingeroli, che sono i responsabili del sapore pungente, gli shogaoli, composti chimici che derivano dai gingeroli e che si sintetizzano a partire da questi quando la radice fresca viene essiccata e un po' riscaldata. Gli shogaoli sono più piccanti dei gingeroli, e infatti lo zenzero disidratato o in polvere ha una piccantezza molto più evidente rispetto allo zenzero fresco. E poi contiene olio essenziale ricco di sesquiterpeni e monoterpeni e diversi minerali, tra i quali spiccano potassio, magnesio e calcio. Fresco oppure essiccato, lo zenzero conserva ottime proprietà digestive e antinfiammatorie. È indicato in caso di nausea e può essere utilizzato come rimedio naturale, per esempio, contro il mal d’auto e il mal di mare.

Proprietà e benefici dello zenzero

Lo zenzero, con le sue molteplici proprietà, contribuisce a combattere gonfiori e ritenzione idrica, favorisce la digestione e accelerando il metabolismo, aiuta l’apparato digerente, contribuendo ad ottenere il senso di sazietà.

Vediamo nello specifico quali benefici ha per il nostro organismo:

Zenzero e digestione

I principi attivi contenuti nello zenzero, in particolare i gingeroli e i shogaoli, sono in grado di aumentare la produzione dei succhi gastrici e degli acidi biliari, favorendo così il processo digestivo. Ottime in tal senso sono le tisane poiché la piccantezza dello zenzero le rendono una bevanda dissetante e riscaldante, aiutando gonfiore e dolore addominale.

Come preparare una tisana allo zenzero? Intanto in commercio si trovano le classiche bustine da mettere in infusione qualche minuto, se invece preferisci una tisana fatta in casa, puoi preparare un decotto di zenzero partendo dalla radice fresca: basta sbucciare il rizoma e tagliarlo a rondelle o tocchetti; sono sufficienti 3-4 pezzetti per ogni tazza di tisana o circa 30 grammi di zenzero in un litro d'acqua. Dopo aver immerso i pezzi nell'acqua portarla ad ebollizione, mantenendo tutto sul fuoco per 10-15 minuti. Una volta spento il fuoco, lasciare in infusione lo zenzero per altri 5-10 minuti. La tisana è pronta per essere gustata e si preferisce si può aggiungere del succo di limone o del miele

Zenzero contro la nausea

Una delle proprietà per cui lo zenzero è più conosciuto, è quella antiemetica. Lo zenzero infatti è un ottimo rimedio contro nausee di vario tipo, in particolare mal d'auto, mal di mare e mal d'aria. Lo zenzero viene spesso consigliato come antiemetico naturale anche contro le nausee della gravidanza, ma in questo caso è sempre bene parlare con il proprio medico

Zenzero come antinfiammatorio

Alcuni studi hanno dimostrato che lo zenzero è in grado di ridurre la sintesi di molecole infiammatorie agendo direttamente sugli enzimi responsabili del loro rilascio in circolo. In commercio è possibile trovare l'estratto secco di zenzero in integratori atti al benessere delle articolazioni. Si può utilizzare anche l'olio essenziale di zenzero come antinfiammatorio contro reumatismi e dolori articolari, applicandolo localmente sulla zona dolorante.

Zenzero per dimagrire

Lo zenzero aiuta a stimolare l’attività del metabolismo basale e di conseguenza ad innalzare la temperatura corporea, e questo porta a bruciare le calorie assunte nell'arco della giornata. Inoltre le sue proprietà digestive possono svolgere anche un'azione sgonfia-pancia.

Zenzero, glicemia e colesterolo

Lo zenzero infatti tiene a bada il colesterolo "cattivo" e gli zuccheri nel sangue. Una buona abitudine sarebbe inserirlo nella propria alimentazione anche quotidianamente, utilizzandolo più spesso in cucina nelle ricette o sfruttandolo come spuntino spezza-fame. Naturalmente è sempre bene consultarsi con il proprio medico prima di intraprendere cure naturali

Zenzero contro tosse e raffreddore

L'effetto antinfiammatorio dello zenzero, insieme alla sensazione di benessere che può dare il calore di una tisana, in caso di sintomi da raffreddamento, aiuta soprattutto a lenire il mal di gola.

Controindicazioni ed effetti collaterali dello zenzero

Naturalmente come tutti i rimedi naturali, anche lo zenzero va consumato con criterio, cercando di non esagerare con la dose giornaliera, stando anche attenti alle possibili interazioni con altri farmaci e sostanze naturali. Tra gli effetti collaterali possono esserci bruciore di stomaco, diarrea, disturbi intestinali. Il dosaggio massimo è di 3-4 grammi al giorno, invece se si sceglie la radice fresca per la preparazione di una tisana il dosaggio può arrivare anche a 30 grammi in un litro d'acqua.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg