Le donne curvy sono donne in perfetta salute, dalle forme sinuose, che sanno valorizzare al meglio seno, fianchi, girovita: ogni parte in un corpo curvy è in perfetta armonia con tutto il resto.

Per molti risulterà una domanda la cui risposta è indefinibile: quando una donna finisce di essere skinny ed inizia ad essere curvy? Il dibattito sul web è acceso e con il passare degli anni anche la definizione di donna curvy è mutata e si è allineata con i tempi in cui viviamo.

Oggi essere una donna curvy vuol dire avere linee morbide e sinuose con una forma che ricorda una clessidra: fianchi, cosce e busto più larghi rispetto alla vita che rimane invece stretta. Le donne Curvy sono belle, formose, sane e soprattutto straordinariamente in forma.

In generale, una donna curvy è una ragazza che indossa almeno una taglia 46 e dopo aver sdoganato tutti gli stereotipi di bellezza, pare siano proprio queste che negli ultimi anni stanno conquistando le passerelle di tutto il mondo.

Anch’io sono una donna curvy e sono davvero felice di esserlo. Mi sento perfettamente a mio agio nel mio corpo, mi prendo cura di me stessa ogni giorno e nonostante mi tenga quotidianamente in forma e segua un’alimentazione equilibrata, rientro in quella stragrande maggioranza di donne che oggi vengono definite “curvy”.

Chi sono le donne curvy?

Donna curvy vuol dire donna formosa, ma non in sovrappeso, che vive in un corpo normale e in perfetta salute. Le donne curvy indossano dalla taglia 46, fino anche alla 52 sono donne orgogliose delle proprie forme e le sanno valorizzare al meglio, senza forzature.

Se guardiamo nel passato ci rendiamo conto che il mondo della moda e delle principali passerelle è da sempre caratterizzato da figure di donne magrissime, che seppur bellissime, non rispettavano però la contemporaneità e i canoni dei fisici più comuni. Basti pensare che nel campo della moda, pochi anni or sono, una donna taglia 42 era già considerata “grassa” e non compatibile con le passerelle, divendo quindi, seppur inconsapevolmente, un cattivo esempio per la stragrande maggioranza delle donne della nostra generazione.

Oggi la situazione è parecchio cambiata grazie a donne e modelle coraggiose che  hanno deciso di intraprendere una battaglia senza sosta per abbattere gli stereotipi, promuovendo il proprio corpo come una nuova conquista, che risulta altrettando bello ed attraente, ma soprattutto in forma, anche se con dell’adipe.

Una di queste donne è Ashley Graham, top model attivissima su Instagram con un corpo “normale” (176 cm per 91 kg) che da sempre si schiera al fianco di quelle donne bullizzate e derise per le proprie forme e lo fa predicando l’amore per sé stesse senza inseguire la perfezione.

Come diventare una modella Curvy

Da anni il settore della moda fa registrare numeri da capogiro e nonostante la contrazione del mercato nell’ultimo anno dovuto al Covid, in Italia e all’estero esistono molte agenzie che assumono modelle curvy che rispettano determinati requisiti:

  • Altezza fra 175 e 180 cm per coloro che scelgono di sfilare in passerella, invece le donne interessate ai servizi fotografici, l’altezza ideale è 170 cm.
  • Le taglie vanno dalla 46 alla 50,
  • Misure del seno fra 100 / 110 cm,
  • Misure del girovita tra 75 / 90 cm,
  • Circonferenza fianchi tra 100 / 110 cm.
  • Età media di 25 anni, ma non mancano casi in cui a calpestare le passerelle sono over 30, per le quali la richiesta è elevatissima.
  • Indispensabile il buon portamento e l'attitudine alla passerella.

Il mondo delle modelle curvy è molto più flessibile rispetto agli standard comunemente conosciuti e sono tantissime le modelle over 46 che da ogni parte del mondo celebrano il bel corpo in carne tra tutte Ashley Graham, conosciutissima le sue sfilate in bikini e lingerie e il totale diniego per Photoshop.

Un’altra fantastica modella di lingerie è Tara Lynn o Paloma Elsesser, la modella plus-size classe ’92, diventata una delle protagoniste delle quattro copertine del primo numero del 2021 della rivista di moda americana Vogue, in occasione della quale pubblicò un video su Instagram in cui condivideva la grande notizia con la madre e la nonna.

Se fino ad ora, le modelle presentate vengono da oltreoceano, devo dire che anche noi in Italia abbiamo le nostre belle rappresentati curvy e tra le più attive mi piace condividervi il profilo Instagram di Elisa D’Ospina, bellissima con la sua taglia 48, autrice anche del libro Una vita tutta curve in cui si racconta così: “Da adolescente troppo alta e troppo robusta a top model internazionale. Dalla provincia di Vicenza alle sfilate di Milano, Parigi e New York. Quel mondo algido e inarrivabile, a cui tante ragazze aspirano e che altrettante donne venerano, per Elisa è diventato realtà. Elisa non è una taglia 36 e non si è mai sottoposta a diete punitive o sedute di palestra massacranti per adeguarsi alle misure che il mondo dell'alta moda impone. Anzi, da sempre ha lottato contro costrizioni e pregiudizi e, portando in passerella la sua taglia 48, ha dimostrato che la bellezza non risponde a un unico canone. In sintonia con la "rivoluzione curvy" ha creduto in un nuovo modo di intendere la femminilità e vivere in tutta libertà e serenità il proprio corpo. Dopo qualche porta sbattuta in faccia, il successo vero è arrivato, un successo che le ha permesso di diventare testimonial internazionale dell'impegno curvy. Giovanissima, ha ideato la prima campagna di sensibilizzazione contro la magrezza imposta dal fashion system, che ha fatto il giro del mondo scuotendo profondamente l'opinione pubblica…” e non credo serva aggiungere altro.

Oppure la splendida Paola Torrente, seguita da quasi mezzo milione di followers su Instagram, arrivata seconda classificata in Miss Italia, edizione 2016 nonostante la sua taglia 46, o ancora Laura Brioschi, taglia 48 attivissima sui social e autrice del bellissimo motto “Migliorati quanto puoi, ma impara ad apprezzarti. Amati”.

Cosa indossa una donna curvy

L’abbigliamento di una donna che si definisce curvy non si discosta di molto da un abbigliamento classico di qualunque altra donna e la scelta è davvero vastissima. Una donna curvy non deve nascondersi dentro un capo d’abbigliamento e qualunque sia la sua scelta, resterà pur sempre un concentrato di femminilità e sensualità, restando pur sempre comoda ed evidenziando le sue curve, dando il giusto risalto senza quella troppa ricercatezza dell’enfatizzazione.

Una donna curvy può indossare tutta la lingerie che preferisce valorizzando i propri punti forti e senza cercare di nascondere troppo quelli abbondanti.

Ricordiamo a tutte che non è la bilancia che quantifica quanto o se siamo donne curvy: La bellezza di una donna curvy passa soprattutto attraverso l’armonia delle nostre forme ed un corpo sinuoso è da sempre sinonimo di sensualità e piacere. Tutto ciò che possiamo fare è lavorare su noi stesse, mantenendo in forma il nostro corpo e imparando ad amarlo maggiormente, con l’obiettivo di svegliarci ogni giorno orgogliose di ciò che siamo e cercando di trovare il modo per aiutare le altre che quotidianamente combattono per cercare la propria essenza nell’apparire dimenticandosi del proprio essere.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/30-09-2021/1632986553-95-.jpg