Ennesimo record in Italia: superati 220mila positivi. I vaccini funzionano: perchè dobbiamo vaccinarci

Con il passare dei giorni si fa sempre più drammatica la situazione pandemica da Covid-19 nel nostro Paese. Il bollettino di giovedì 6 gennaio 2022 hanno fatto registrare l'ennesimo boom di contagi: 219.441 casi in Italia con 198 morti. Secondo l'Organizzazione Mondiale di Sanità, la variante Omicron sarebbe meno grave rispetto alla Delta, ma causa in verità ricoveri e morti. Sarebbe davvero un errore sottovalutarla o comunque categorizzarla come lieve in quanto causa ospedalizzazioni e uccide. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1.138.310 tamponi, 139.474 sono i morti da inizio pandemia. Il tasso di positività oggi si attesta al 19,3% con un aumento di 2 punti. La Lombardia segna l'ennesimo record di positività: 52.693, seguita da Emilia Romagna 18.413, Toscana 17.286 e Sicilia 14.269. Secondo i dati forniti dal bollettino sono in aumento le terapie intensive, 39 unità rispetto a ieri, mentre in area medica vi sono 463 nuovi ingressi.

Covid, situazione fuori controllo in Italia: 220 mila casi. Le nuove disposizioni del Governo

Occorre vaccinarsi per il benessere individuale e di tutti. In Italia sono state somministrate ad oggi 113.516.503 finora. La monodose o entrambe le dosi sono stati somministrati all'86,13% della popolazione over 12. La terza dose è stata ricevuta soltanto da 21.544.385 persone. L'obbligo vaccinale per gli over 50 è stato introdotto dal Governo per tutelare la fascia d'età che più rischia in caso di contagio. L'obbligo è stato esteso anche al personale universitario che non era stato equiparato a quello scolastico. Nel frattempo anche per le istituzioni universitarie sono arrivate delle novità in merito alla sessione invernale imminente: secondo la ministra dell’Università e della Ricerca è possibile svolgere gli esami a distanza, in via del tutto eccezionale, per gennaio e febbraio 2022. La palla adesso passa nelle mani degli atenei italiani che dovrebbero dare risposte piuttosto veloci dal momento che da lunedì 10 gennaio inizia la sessione invernale per milioni di studenti.

Perché dovremmo vaccinarci contro il Covid-19? Gli esperti: “Non sparirà del tutto”

Si continuerà a combattere contro il Covid-19 ancora per molto tempo. Sempre più esperti sono convinti che il virus non sparirà del tutto e come una influenza stagionale servirà un vaccino anti-covid almeno ogni anno. I vaccini funzionano: rispetto al 6 gennaio 2021, i morti oggi sono molto di meno. Il fisico Giorgio Sestili ha stimato in circa 120mila le morti evitate grazie ai vaccini in Italia.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631219038-53-.png