Naso chiuso, occhi gonfi, spossatezza, mal di testa possono essere combattuti con gli alimenti giusti

Ci siamo. Il freddo è arrivato. I malanni anche! Sbalzi termici, abbigliamento ancora non pesantissimo stanno facendo strada ai primi raffreddori ed influenze. Congestione nasale, gola irritata, occhi gonfi. Anche in questi casi l’alimentazione può esserci di grande aiuto per alleviare i sintomi, rafforzando il sistema immunitario mantenendolo in salute. Gli alimenti ricchi di vitamine e sali minerali sono sicuramente quelli che maggiormente possono farci superare i sintomi più fastidiosi, particolarmente la congestione nasale.

I cibi consigliati

Gli esperti ci suggeriscono di introdurre nella nostra alimentazione, in questo periodo, in primo luogo gli agrumi, sia per prevenire sia per facilitare la guarigione dai sintomi influenzali. Infatti le spremute di arance, mandarini e pompelmi rappresentano un vero toccasana contro il raffreddore. Apportare vitamine e sali minerali, èottimo poichè prevengono la formazione del muco nelle prime vie respiratorie.

Anche lo zenzero in questo periodo è particolarmente indicato contro il mal di gola per la sua capacità di lenire il dolore in breve tempo. Lo zenzero può essere utilizzato non solo con calde tisane, ma anche con zuppe a base di zenzero, che favoriscono un decorso più rapido del raffreddore.

Un ruolo importante hanno tutte le verdure a foglia verde, che favoriscono l’apporto di sali minerali, combattendo più velocemente i sintomi infleunzali. La lattuga, in particolar modo, aiuta a rafforzare il sistema immunitario grazie alla vitamina C, la vitamina A e altre sostanze utili agli anticorpi. 

Tra i classici rimedi della nonna possiamo optare per il brodo caldo. Se insaporito dall'aglio e dal peperoncino ancora meglio poiché hanno un effetto disinfettante che ci aiuta a liberare le vie nasali. L'aglio in particolare è noto che funge da antibiotico e antivirale naturale. Anche le cipolle hanno un effetto analogo e per questo sono considerate una sorta di medicina naturale.

Altro alimento per combattere il raffreddore è il miele. Allevia la tosse ed è dotato di proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie.

Anche il Tè al ginseng è particolarmente indicato per far scendere la febbre. Possiamo aggiungere qualche foglia di eucalipto che aiuterà a liberarci dal naso chiuso, uno dei sintomi più fastidiosi del raffreddore.

I cibi sconsigliati

Gli esperti sconsigliano, nel caso di sintomi influenzali, di assumere alimenti come la carne, in particolare quelle rossa, poiché i grassi animali ostacolano la capacità dell’organismo di difendersi dai germi che causano raffreddore e influenza. Anche il latte potrebbe non essere particolarmente indicato poiché favorirebbe la secrezione di muco. Sarebbe meglio ridurre anche latticini e dolciumi, in particolare lo zucchero raffinato sia in quanto causa di infiammazione e sia perché rallenta la digestione. Da evitare anche gli alimenti fritti che rendono più laboriosa la digestione e gli alcolici e il caffè che aumentano la disidratazione.

Naturalmente questi solo consigli. E’ evidente che è sempre opportuno consultare il proprio medico di famiglia.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg