Le proprietà del pomodoro sono molteplici, ma in pochi sanno che è un antinfiammatorio naturale.

È buono. Sta magnificamente bene -quasi- su tutto. Grazie a esso, è possibile produrre una delle salse più buone e gettonate al mondo; anzi, di sicuro la salsa più buona e gettonata al mondo. Una bontà indissolubile che resta impressa sui palati di ognuno e una fragranza che non potrà mai essere dimenticata.

Il pomodoro è una bacca, probabilmente quella che viene maggiormente utilizzata nella cucina mediterranea e mondiale, eccezion fatta per alcune diete. Si tratta di un vegetale preferito addirittura dai più piccoli e che gli adulti osannano in tutti i modi, talvolta inserendolo anche dove sarebbe meglio non metterlo! In più, c’è un dettaglio relativo al pomodoro che sono in molti a non conoscere. Esso, infatti, è un antiossidante naturale, le cui proprietà, come suggerisce il titolo con il quale è stato appena definito, riesce a prevenire le infiammazioni e a curarle, se necessario.

IL POMODORO: ANTIOSSIDANTE PER NATURA

Questa gentil bacca contiene alcuni elementi che aiutano a combattere le infiammazioni abatteriche. Come mai? Quali sono gli elementi che ne fanno un antinfiammatorio per eccellenza naturale? Ebbene, il pomodoro contiene una moltitudine di nutrienti, quali: fosforo, potassio, vitamina C, folati e vitamina K. In aggiunta -ora viene il bello- vanta la presenza di ben 3 antiossidanti: la luteina, la zeaxantina e il licopene. Quest’ultimo gli conferisce il colore rosso naturale tanto amato e riconoscibile.

Ingerendo un pomodoro (certo, molto dipende dalle dimensioni di quest'ultimo) si ha la possibilità di combattere malattie persistenti e causanti problematiche non facili da contrastare. Ad esempio, gli sfortunati uomini colpiti da un’infiammazione prostatica abatterica, dovrebbero ingerire una buona quantità di antiossidanti naturali (sarebbe meglio chiedere il quantitativo a un nutrizionista) per combattere i sintomi e la malattia nella sua interezza. Così facendo, pur con l’aiuto di farmaci preferibilmente naturali e non antibiotici, battaglierebbero in modo migliore la possibile cronicità della patologia.

Per farla breve: mangiare i pomodori migliora sensibilmente la qualità della salute e il sistema immunitario. Difatti, farne buon uso (e non abuso) diminuisce la possibilità di contrarre malattie come quella sopracitata. Gli uomini, soprattutto, magari aventi una certa età, dovrebbero consumare pomodori molto più spesso!

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/09-09-2021/1631218935-403-.png