La mela tra benefici e leggende

Anche le nostre nonne lo dicevano “una mela al giorno toglie il medico di torno”, e “a ragion veduta potremmo” rispondere noi. La mela rappresenta infatti un frutto unico per la ricchezza delle vitamine, fibre e molecole antiossidanti.

Ma sapete da dove arriva questo dolce frutto? La mela, ha origine nell’Asia Centrale, poi trasportata in Occidente grazie alla conquista dell’Impero Romano. Più precisamente arriva dal Kazakistan, infatti, dove la città più popolosa si chiama Almaty, che letteralmente significa “il posto delle mele”.

La mela è sotto i nostri occhi giornalmente, ed è così familiare che ci sembra di conoscerla in tutto e per tutto, invece riserva tantissime sorprese. Alcune curiosità ruotano infatti attorno a questo frutto:

  • Nei riti voodoo dell’America Centrale la mela serviva per preparare potenti filtri amorosi.
  • Chi non ha studiato a scuola la storiella del grande genio inglese, che mentre sonnecchiava sotto un albero di mele venne svegliato improvvisamente da un colpo di un frutto maturo caduto sulla sua testa. Ma fu solo una leggenda quella del signor Newton, che dopo questo evento teorizzò la legge gravitazionale?. Il suo interrogativo, “Perché cade sempre verso il centro della terra e non trasversalmente o verso l’alto?” parrebbe non essere solo un fantasioso racconto tanto che un manoscritto reso pubblico dalla Royal Society, riporta la biografia di Newton scritta da un suo contemporaneo e amico, la quale confermerebbe proprio la veridicità del celebre aneddoto.
  • E cosa dire del famoso Guglielmo Tell, cecchino di mele? Tra leggenda e realtà, la storia vuole che l’abilissimo arciere riuscì a salvarsi la vita proprio colpendo una mela. Non essendosi inchinato davanti al Cappello imperiale degli Asburgo, fu costretto ad affrontare una prova per scampare alla morte: centrare con una freccia la mela posta sulla testa del figlio. Con la sua mira infallibile centrò la mela e gli fu salva la vita.

La mela è un concentrato di salute

La mela apporta tanti benefici all’organismo, agisce come antiossidante, contiene molta vitamina C che rinforza il sistema immunitario, è fonte d’acqua, di vitamine e sali minerali. Contiene pectina che riduce la necessità di assumere zuccheri, tiene a bada i livelli di diabete e regola il colesterolo. Se mangiata con la buccia, aumenta il senso di sazietà e riduce la fame nervosa.

Ricca di acqua (80%) e di fibre (13%), queste aiutano il nostro organismo a eliminare le scorie attraverso l’intestino. Stimola la diuresi e anche attraverso questo processo fisiologico contribuisce a una migliore disintossicazione dell’organismo.

Questo frutto inoltre aiuta a proteggere lo stomaco, grazie alla pectina, che funge da protezione per le sue pareti quando è irritato, ed è una sorta di fertilizzante per la flora intestinale; difende anche l’intestino e depura il sangue. Inoltre grazie alle fibre contenute, le mele rallentano la digestione ed aiutano a sentirsi più sazi.

La mela è indicata nei casi di gastroenterite e diarrea e, rispetto agli altri frutti, non fermenta nell’intestino, quindi si può consumare anche a fine pasto.

La mela, grazie alle vitamine e ai sali è anche un’alleata per la bellezza e la cura della pelle, agisce come tonico del sistema linfatico e stimola il rinnovo cellulare del tessuto epidermico.

Utilizzata nella produzione di aceto di mele, che si ottiene dalla fermentazione dei frutti ha un effetto davvero benefico nei confronti per la pelle, soprattutto per eliminare l’infezione cutanea che può essere causa di acne.

2 ricette utili per la bellezza delle donne

Maschera antirughe alla mela. Ingredienti:

• 1 mela • ½ vasetto di yogurt naturale • 1 cucchiaio di miele.

Grattugiare la mela e mescolarla allo yogurt e al miele. Applicare al viso il composto e tenere in posa per 5 minuti, quindi risciacquare bene con acqua fresca.

► Scrub tonificante alla mela. Ingredienti:

• 2 mele • 1 cucchiaio di miele • zucchero di canna q.b.

Grattugiare due mele e mescolarle insieme ad un cucchiaio di miele e a 4 cucchiai di zucchero di canna: il composto ottenuto deve risultare un po’ colloso, quindi aggiustare la quantità di miele. Applicare prima della doccia, massaggiando con movimenti circolari.

Leggi anche...

Redattore

https://www.leinews.it/immagini_soggetti/04-10-2021/1633381084-489-.jpg